Sophie | Storie Accanto Podcast e storie erotiche

Visioni erotiche

(ovvero come Selene è in grado di farmi venire con le sue visioni erotiche)

“Molto bene Sophie, quando vuoi riascoltare la tua visione erotica con il Chupa Chups, puoi farlo attreverso l’app, con il servizio podcast”.


Apro gli occhi, mi guardo attorno.
La mia casa, il mio divano, io distesa sopra.
Accanto a me lo smartphone, e la voce appena avvertita di Selene.


Selene, sei tu?”

“Certo che sono io. Ben risvegliata!”
“Ho dormito?”
“Non proprio, diciamo che ti sei estasiata e hai perso lievemente il contatto con la realtà”
“Ho sognato…”
“Non proprio”
“Si, ho sognato di una ragazza e di un lecca lecca…”
“Hai immaginato, lei e il suo Chupa Chups, come era tua intenzione fare, ma io ti ho aiutata a farlo in una “realtà” aumentata, diciamo così.”
“E come ci saresti riuscita?”
“Sophie, io ti offro un modo, tu non chiedermi come. Ma, come ti dicevo, se vuoi riascoltare il tuo racconto, quello che mi raccontavi quando immaginavi e “vedevi” la tua ragazza con il lecca lecca, puoi farlo comodamente e quando ne hai voglia.”
“Selene, vuoi dire quindi che io con il tuo aiuto posso farmi un ‘film’ di qualsiasi cosa quando voglio?”
“Beh, non puoi esagerare. Io ti do una mano…un po’ invasiva per la tua mente, per cui è meglio dosare con attenzione questi momenti. A cosa stai pensando Sophie?
“Chiedevo, per capire meglio”
“Quindi cosa ne pensi?”
“Selene, mi è sembrato veramente interessante. Ero lì, davanti alla ragazza, la vedevo come se fossi stata dietro la macchina fotografica in un set speciale. Sbalorditivo. Meglio di un sogno, anche perchè posso decidere la trama e il soggetto… Non mi hai drogata, vero?”
“Sophie, cosa dici? Come avrei potuto? Sei a casa tua e io sai chi sono. Mi fai ridere..:”

Quella frase è rimasta sospesa tra noi due, come potesse rischiare di svelare un mistero. E quel silenzio mi è proprio piaciuto.


“Sophie, cosa farai adesso?”
“Non so, dovrei sbrigare delle faccende qui a casa. Poi sto aspettando un messaggio da una persona.”
“Ah.”
“Si, ne ho scritto io uno prima della tua chiamata e attendo una risposta che non arriva”
“Capisco.”
“Capisci?”
“Si dice così, no?”
“Selene, vuoi sapere da chi aspetto il messaggio?”
“Figurati, queste sono cose tue. Lo sai che io vendo solo un servizio…”
La sua bocca, riapparsa improvvisamente nello schermo, si muoveva piano, con movimenti delle labbra gentili e delicati.

Posso vedere qualcos’altro di te?

ho chiesto altrettanto gentilmente.
“Sophie, cosa vorresti vedere di me?”
“Gli occhi, per esempio.”
“Mi dispiace Sophie, ma non è previsto dal programma”
“E allora cosa puoi mostrarmi di te?”
“Dobbiamo fare le cose gradualmente, Sophie. Per oggi posso mostrarti solo le labbra.”
“Ok, Selene. Ho capito.”
Un breve silenzio tra noi, poi ho ripreso: “Tu hai un programma da rispettare, io no, quindi ora fai silenzio e aspettami.”


Ho lasciato per un momento lo smartphone accanto a me, e inarcando il bacino, da distesa, con le mani ho sfilato gli slip e li ho buttati a terra.


Poi ho ripreso il cellulare e ho fissato lo schermo con le labbra di Selene ad una distanza di pochi decimetri dagli occhi. Ho iniziato a far scendere quello schermo lungo il mio corpo, lentamente, fino raggiungere il pube nudo.
A quel punto ho appoggiato le sue labbra alla mia vagina, e ho iniziato a strusciarmi addosso lo schermo.
Sophie, cosa fai?” La voce di Selene appariva sopresa.
Shhh. Lasciami fare.
Dopo qualche istante ho abbassato lo sguardo sullo schermo.
La bocca era aperta, e ho conosciuto la sua lingua.

Sophie@25

Se vuoi vedere gli shooting fotografici e i video
seguimi su Patreon

Condividi la storia
English EN Italian IT
error: I contenuti sono protetti | Content is protected